Latte Detergente | Benefici per la Pelle | Come si Usa e Come Sceglierlo

Latte Detergente

Indice Articolo

Generalità

Detersione del Viso: Evitare la "Pelle che Tira"

La detersione del viso è un passaggio fondamentale nella beauty routine quotidiana: si tratta di uno step imprescindibile, che dev'essere eseguito con attenzione e cura per mantenere la pelle bella, luminosa e sana.

A differenza della pelle del corpo, la cute del viso è più delicata perché risulta più suscettibile sia agli agenti atmosferici (es. vento, smog, umidità, raggi UV ecc.), sia all'invecchiamento.

Proprio per queste caratteristiche, la pelle del viso richiede un'attenzione particolare, che deve iniziare proprio dalla detersione.

I classici saponi o i tradizionali bagnoschiuma per il corpo, profumatissimi e schiumogeni, risultano troppo aggressivi per il viso.

La tipica sensazione di pelle del viso che tira dopo la detersione con agenti aggressivi si può prevenire mediante l'applicazione di un latte detergente, un prodotto estremamente delicato, dedicato alla pulizia del viso.

Che Cos'è?

Funzioni

Il latte detergente è un prodotto cosmetico pensato per la pulizia del viso, in grado di rispettarne la sua naturale fisiologia.

La funzione principale del latte detergente è rimuovere tutte le sostanze che si sono stratificate sulla superficie della pelle del viso, durante la giornata o durante la notte, come ad esempio:

  • impurità;
  • sebo in eccesso;
  • residui di trucco;
  • allergeni;
  • inquinanti;
  • cellule morte.

Essendo un prodotto molto delicato, il latte detergente è indicato anche per la detersione del contorno occhi, la zona più sensibile del viso.

Consistenza e Aspetto

Il latte detergente si presenta come una soluzione densa, corposa e vellutata, color bianco.

Curiosità

Il latte detergente porta questo nome per richiamare l'aspetto e la consistenza del latte; va comunque ricordato che non si trova traccia di latte all'interno del cosmetico.

La consistenza densa del latte detergente è fornita dai lipidi eudermici, efficaci nel rimuovere per affinità tutte le sostanze oleose depositate sulla pelle (fondotinta, mascara, eyeliner, residui di creme ricche ecc.).

Formulazione

Un'Emulsione Delicata

Il latte detergente è un'emulsione, ovvero un sistema bifasico (formato da due fasi):

  • la fase acquosa è costituita da acqua e altre sostanze solubili in ambiente acquoso;
  • la fase lipidica è costituita da sostanze grasse.

Le due fasi risulterebbero immiscibili senza emulsionante; pertanto, nella formula di un latte detergente, non possono mancare i tensioattivi, ovvero una tipologia di emulsionanti molto utilizzata nei prodotti dedicati alla detersione.

Pelle: un Esempio di Emulsione

Per comprendere al meglio il significato, si può paragonare la pelle a una sorta di emulsione, costituita sia da componenti grasse, sia da sostanze idrofile.

In particolare:

  • la fase acquosa, è formata dall'acqua proveniente dalla perspiratio insensibilis e dal sudore prodotto dalle ghiandole eccrine;
  • fase lipidica, è formata dai grassi derivati dal sebo e dai lipidi "barriera".

Le sostanze acquose e lipidiche sulla superficie epidermica sono tenute legate da alcuni "emulsionanti" presenti sulla pelle sotto forma di sali degli acidi grassi.

Emulsionanti

Gli emulsionanti non sono tutti uguali: vanno scelti in base alla formula che si desidera ottenere.

Tipo di emulsionante

Caratteristiche

Esempi

Tensioattivi non ionici

Sono indicati con l'acronimo BiAS e includono principalmente alcoli a lunga catena.

  • etanolammidi;
  • etossilati amminici;
  • acidi etossilati;
  • sorbitano stearato;
  • polisorbato.

Tensioattivi cationici

Sono sali composti da lunghe catene di atomi di carbonio, che terminano con un gruppo ammonico quaternario.

  • benzalconio cloruro;
  • bromuro di cetil-trimetilammonio.

Tensioattivi anionici

Sono indicati con l'acronimo MBAS: si tratta di sali formati da lunghe catene di atomi di carbonio, e terminano con un gruppo carbossilato/solfonato.

  • saponi;
  • sodio lauril/laureth solfato e altri derivati alchil-alchiletere solfati (piuttosto aggressivi);
  • acilglutammati (più delicati, indicati per pelli sensibili o reattive);
  • alchilbetaine.

Tensioattivi anfoteri

Sono chiamati anche zwitterioni: si tratta di molecole elettricamente neutre, dotate di cariche positive e negative.

In ambiente acido, agiscono come tensioattivi cationici, mentre in ambiente alcalino si comportano come tensioattivi anionici.

  • lecitina;
  • acidi amminocarbossilici.

Colloidi Naturali e di Sintesi

Un'altra classificazione degli emulsionanti può essere eseguita in base all'origine della sostanza utilizzata.

Infatti, si possono distinguere:

  • colloidi idrofili naturali, come ad esempio:
    • alginati;
    • gomma adragante;
    • gomma arabica;
    • betonite.
  • colloidi idrofili di semi-sintesi, come ad esempio:
    • idrossietilcellulosa;
    • metilcellulosa.
  • colloidi idrofili di sintesi, come ad esempio il polivinilpirrolidone PVP.

Altri Componenti

Oltre agli emulsionanti e all'acqua, il latte detergente può essere arricchito con altre sostanze funzionali, utili per impreziosire il prodotto di ulteriori caratteristiche cosmetiche.

In un latte detergente, si possono infatti trovare molecole attive funzionali come:

  • acqua termale, dall'azione normalizzante e lenitiva;
  • sostanze lenitive (es. pantenolo, olio di jojoba, estratti vegetali di camomilla, aloe, malva ecc.);
  • sostanze eudermiche (es. vitamina B6)
  • sostanze emollienti (es. dimethicone, paraffina);
  • sostanze umettanti (es. glicerina, mannitolo, xilitolo, ramnosio, fruttoligosaccaridi);
  • condizionanti cutanei, efficaci per riparare e ripristinare la struttura cheratinica epidermica (es. hydroxypropyl guar);
  • sostanze dall'azione sebostatica (es. lisina azelato)
  • agenti esfolianti (es. alfa e beta idrossiacidi, come acido glicolico, acido mandelico ecc.);
  • vitamine (es. Vitamina A, C ed E);
  • sostanze antirughe e altri principi attivi antiage (es. hyaluronic acid);
  • preservanti microbici (es. disodium EDTA, acido benzoico).

Come Agisce

Meccanismo d'Azione del Latte Detergente

Il meccanismo d'azione del latte detergente si basa sullo stesso semplice principio del potere lavante dei tensioattivi per eliminare le impurità dalla pelle.

I tensioattivi sono costituiti da due porzioni:

  • una testa idrofila polare (solubile in ambiente acquoso);
  • una coda lipofila non polare (compatibile con le sostanze grasse).

Grazie alla componente lipofila, il tensioattivo attira le sostanze grasse presenti sulla pelle (es. sporco, sebo ecc.) e, a contatto con l'acqua, forma degli speciali aggregati (chiamati micelle), capaci di disporre le teste polari all'esterno, e le code idrofobe all'interno.

Le micelle si respingono elettrostaticamente l'una dall'altra a causa della vicinanza delle loro teste polari, intrappolando nello stesso tempo le molecole di grasso al loro interno.

In altri termini...

I tensioattivi hanno un'affinità sia per le sostanze grasse (che vengono intrappolate all'interno delle micelle), sia per le sostanze idrofile, ovvero acquose: le particelle di sporco vengono dunque eliminate tramite l'azione dell'acqua.

Modo d'Uso

Come si Usa il Latte Detergente?

Utilizzare il latte detergente è molto semplice; tuttavia, affinché riesca a svolgere perfettamente la sua funzione, è importante applicarlo regolarmente, e completare il trattamento di bellezza con altri cosmetici.

Gli step per un'adeguata pulizia del viso sono:

  • distribuire il latte detergente sulla pelle del viso, aiutandosi con i polpastrelli; in alternativa, distribuire il prodotto sulla pelle mediante un dischetto di cotone idrofilo;
  • massaggiare il prodotto sul viso, avendo cura di eseguire movimenti circolari per permettere al tensioattivo di agire al meglio, intrappolando le particelle di grasso e di impurità;
  • ultimare la detersione utilizzando:
    • tonico (facoltativo), per rimuovere eventuali residui non eliminati dal latte detergente;
    • siero viso;
    • crema nutriente/idratante/antiage;
    • make-up (facoltativo).

Lo sapevi che...

Il latte detergente dovrebbe essere utilizzato non solo alla sera per rimuovere il make-up, ma anche alla mattina: infatti, durante il riposo notturno, sulla pelle del viso possono accumularsi cellule morte e sebo in eccesso, ovvero residui che devono essere rimossi prima di applicare i cosmetici abituali.

Latte Detergente Vs. Bagnoschiuma

Cos'è il Bagnoschiuma?

Il bagnoschiuma è un comune prodotto cosmetico dedicato al lavaggio del corpo, formulato con tensioattivi di sintesi, oli essenziali/profumo e altre sostanze che arricchiscono il prodotto di ulteriori proprietà (es. astringenti/tonificanti/rivitalizzanti ecc.).

Normalmente, il bagnoschiuma ha un pH più elevato rispetto al pH della pelle: prima di essere applicato sul corpo, il bagnoschiuma dovrebbe essere emulsionato in acqua.

Perché Utilizzare il Latte Detergente per il Viso invece del Bagnoschiuma

Rispetto al bagnoschiuma tradizionale, per la pulizia del viso è preferibile utilizzare il latte detergente per una serie di motivi:

  • è più delicato;
  • previene la sensazione di "pelle che tira";
  • non brucia gli occhi;
  • ha una quantità di tensioattivi inferiore;
  • non è schiumogeno;
  • si rimuove facilmente: con un solo gesto, è possibile eliminare residui di make-up, assicurando una pulizia profonda;
  • è meno sensibilizzante;
  • contemporaneamente all'azione di detersione, il latte detergente è idratante ed emolliente sulla pelle.

Latte Detergente Vs. Acqua Micellare

Che cos'è l'Acqua Micellare?

L'acqua micellare è un cosmetico detergente a base acquosa, formulato con tensioattivi delicati e arricchito con ingredienti cosmetici idratanti, lenitivi o altre sostanze funzionali.

Visivamente, si presenta come un fluido trasparente.

Cosa Scegliere?

Il principio di detergenza dell'acqua micellare è paragonabile a quello del latte detergente: l'eliminazione delle tracce di sporco e impurità avviene sulla base delle tecnologia micellare.

Ciò che fa la differenza rispetto al latte detergente, è che l'acqua micellare strucca la pelle senza danneggiare la barriera idrolipidica dell'epidermide, ponendosi come un prodotto indicato per le pelli sensibili.

Ad ogni modo, in assenza di particolari condizioni cutanee, l'acqua micellare è una valida alternativa al latte detergente.

Latte Detergente Vs. Tonico

Che cos'è il Tonico?

Il tonico è un prodotto cosmetico liquido dedicato alla detersione, finalizzato a completare il trattamento di pulizia del viso.

Prima di essere distribuito sul viso, va versato su un batuffolo di cotone: l'azione di detersione è data da una base detergente liquida, che agisce proprio come quella del latte detergente.

Il tonico è costituito anche da una componente alcolica, pensata per ripristinare il corretto pH della cute, che può risultare alterato dopo l'applicazione dei vari cosmetici per il viso.

Perché Utilizzare il Latte Detergente invece del Tonico

Anche se alcuni autori consigliano l'utilizzo del tonico a completamento del trattamento di detersione (per eliminare i residui non rimossi dal latte detergente), altri lo reputano un prodotto "in più":

  • il latte detergente è sufficiente per assicurare alla pelle del viso un'efficace e delicata detersione;
  • molti latti detergenti sono arricchiti con sostanze emollienti e nutrienti, indispensabili per lasciare sulla pelle una sensazione vellutata di benessere.

Inoltre, molti latti detergenti sono impreziositi con sostanze a pH lievemente acido, indispensabili per correggere il pH della pelle.

Come Scegliere il Latte Detergente

Consigli per gli Acquisti

Il mercato propone una vasta gamma di latti detergenti, pensati per soddisfare le esigenze di ogni tipo di pelle.

Per evitare di fare un acquisto sbagliato, nella tabella seguente sono riportati alcuni utili consigli per scegliere il latte detergente ideale per la propria pelle.

Tipo di pelle/esigenza per la pelle

Caratteristiche ideali del latte detergente

Pelli mature

La formula dovrebbe essere arricchita con sostanze esfolianti (come acido lattico, acido glicolico, acido mandelico), utili per:

  • favorire il rinnovamento cellulare;
  • appianare la pelle (dunque eliminare le piccole rughe di superficie);
  • favorire l'assorbimento cutaneo dei cosmetici che saranno successivamente applicati.

Pelli sensibili

Nella formula del latte detergente non dovrebbero comparire profumi e conservanti come ad esempio:

  • parabeni;
  • cessori di formaldeide (es. imidazolidinyl urea);
  • tiazolinoni;
  • profumi.

Pelli grasse

La formula del latte detergente dovrebbe essere caratterizzata da una base delicata arricchita con sostanze esfolianti, utili per favorire l'eliminazione del sebo intrappolato nei follicoli.
Potrebbe anche contenere sostanze lenitive e dermo-normalizzanti, come ad esempio:

  • pantenolo;
  • olio di jojoba;
  • germe di grano;
  • malva;
  • estratto di calendula.

Pelli atopiche/molto sensibili

La formula dovrebbe contenere emulsionanti molto delicati, come ad esempio:

  • glutammati;
  • glucosidi;
  • betaine;
  • proteinati;
  • sarcosinati.

Conclusioni

La Bellezza inizia con la Detersione

La base di una pelle perfetta, luminosa e in salute inizia dalla detersione, che dev'essere eseguita costantemente e in maniera adeguata.

L'utilizzo del latte detergente è senza dubbio una strategia di bellezza intelligente che contribuisce all'aspetto sano e luminoso del volto.

Consigli per gli Acquisti

Avene Latte Detergente Delicato - 200 mlPrezzo:9,00€Offerta e Recensioni   Avene si prende cura delle pelli sensibili ed intolleranti, riducendo e prevenendo tutti i tipi di manifestazioni ed alterazioni
Cera di Cupra Ricetta di Bellezza Latte Detergente Delicato, 200 mlPrezzo:2,80€Offerta e Recensioni   Il Latte Detergente, ad azione purificante con estratto di miele, e? indicato per soddisfare tutte le esigenze di pulizia della pelle;
Bionike Defence Latte Detergente - 400 ml.Prezzo:9,50€Offerta e Recensioni   Formula ad alta tollerabilità, deterge e strucca dolcemente viso, occhi e labbra

Articoli Correlati

Miglior Trattamento Antirughe 2021Scopri di più

Antirughe.info

più bella, più informata

Miglior Trattamento Antirughe 2021*

X115® New Generation Skin CareScopri di più* In base all'analisi della redazione di antirughe.info e alle opinioni delle lettrici